Loading...

Speciale JOBS ACT

Razionalizzazione e semplificazione delle procedure

Altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità

Razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità.

Inserimento lavorativo persone con disabilità

Le regole per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità sono state oggetto di semplificazione e razionalizzazione; in particolare:

• i datori di lavoro potranno computare nella quota di riserva i lavoratori disabili che abbiano una riduzione della capacità lavorativa di una certa entità, anche se non assunti tramite le procedure del collocamento mirato; inoltre, è ora possibile assumere i lavoratori mediante richiesta nominativa, anche se non direttamente.
• L’incentivo per le assunzioni dei disabili è stato rivisto, prevedendo la corresponsione diretta e immediata da parte dell’INPS, attraverso il conguaglio nelle denunce contributive mensili. Gli incentivi avranno una durata più lunga in caso di assunzione di persone con disabilità intellettiva e psichica.

Semplificazioni gestione rapporto di lavoro

Lo stesso decreto ha previsto alcune razionalizzazione e semplificazioni circa la costituzione e gestione del rapporto di lavoro. I principali interventi riguardano:
• dal 1° gennaio 2017 il LUL sarà tenuto in modalità telematica presso il Ministero del Lavoro.
• È previsto che qualunque comunicazione in materia di rapporti di lavoro debba avvenire in via telematica mediante modelli semplificati.
• L’abolizione dell’autorizzazione al lavoro all’estero e il potenziamento della banca dati delle politiche attive e passive.

Anche rispetto alla disciplina della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il decreto interviene semplificando la normativa:
• l’INAIL metterà a disposizione delle imprese, attraverso delle ASL di strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio.
• Il datore di lavoro potrà svolgere direttamente i compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione degli incendi e di evacuazione, anche nelle imprese o unità produttive che superano i cinque lavoratori.
• La trasmissione all’INAIL del certificato di infortunio e di malattia professionale esclusivamente per via telematica, con conseguente esonero per il datore di lavoro.
• La trasmissione alle autorità di pubblica sicurezza delle informazioni relative alle denunce di infortunio mortali o con prognosi a trenta giorni a carico dell’INAIL, esonerando il datore di lavoro.
• L’abolizione dell’obbligo di tenuta del registro infortuni, anticipando la soppressione dell’obbligo, connessa, nelle intenzioni del legislatore, alla emanazione del decreto istitutivo del Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro.

Sistema sanzionatorio

Il decreto rivede il sistema sanzionatorio in materia di lavoro e legislazione sociale:
• la maxisanzione per lavoro nero sarà computata “per fasce”, inserendo nuovamente la procedura della diffida, per consentire la regolarizzazione delle violazioni accertate. Questa possibilità è legata al mantenimento in forza del personale “in nero” per un periodo minimo.
• Il decreto chiarisce le nozioni di omessa registrazione e infedele registrazione sul libro unico del lavoro e si modifica il regime delle sanzioni.
• Sono state modificate le sanzioni in materia di consegna del prospetto paga.

Rispetto ai rapporti di lavoro, il decreto dispone:
• la revisione della disciplina dei controlli a distanza del lavoratore, con un intervento sull’art. 4 dello Statuto dei lavoratori per adeguare la disciplina all’evoluzione tecnologica, nel rispetto delle disposizioni in materia di privacy.
• La possibilità per i lavoratori di cedere, a titolo gratuito, ai lavoratori dipendenti dallo stesso datore di lavoro, che svolgono mansioni di pari livello e categoria, i riposi e le ferie maturati, con esclusione dei giorni di riposo e di ferie minimi garantiti dalla legge, al fine di assistere i figli minori che, per le particolari condizioni di salute, hanno bisogno di assistenza e cure costanti da parte dei genitori.
• L’introduzione di modalità semplificate per effettuare le dimissioni e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, esclusivamente con modalità telematiche su appositi moduli resi disponibili dal Ministero del Lavoro sul proprio sito istituzionale. Nessun’altra forma di effettuazione di dimissioni sarà più valida.